cocktail

Il bicchiere High Tech che “trasforma” l’acqua nel vostro cocktail preferito

0 Shares
0
0
0

Ecco Vocktail, il bicchiere che modifica il gusto, l’odore e il colore del drink per ingannare il cervello. Come funziona? Leggete l’articolo per scoprirlo!

Il bicchiere High Tech che “trasforma” l’acqua nel vostro cocktail preferito

Vocktail è un bicchiere High Tech che riesce a fare una cosa straordinaria: trasformare l’acqua in cocktail, o quasi. In realtà, l’acqua minerale dentro il bicchiere rimane tale, sarà il vostro palato ad essere stimolato a pensare si tratti di un drink buonissimo. Il suo creatore è specializzato in stimolazioni multi sensoriali ed il suo nome è Nimesha Ranasinghe.

L’inganno sensoriale

Il bicchiere fa affidamento su tre livelli di stimolazione sensoriale per ingannare i vostri sensi e farvi pensare che l’acqua che state sorseggiando sia un cocktail, del vino, o qualsiasi altra bevanda immaginabile. Questa incredibile tecnologia riesce ad ingannare occhi, naso e papille gustative! Il colore della vostra bevanda cambierà grazie alle luci a LED, gli elettrodi presenti sul bordo del bicchiere ,inoltre, invieranno segnali elettrici alla punta della lingua, facendo percepire i liquido come salato, dolce o aspro. Ad esempio, gli elettrodi trasmetteranno una corrente di 180 microampere per la percezione dell’aspro, 40 microampere per il salato e 80 microampere per l’amaro. Infine, tre micro pompe ad aria equipaggiate con cartucce aromatiche, si attivano per ingannare l’olfatto!

tecnologia

Il cocktail che vuoi, quando vuoi

Il giusto mix di questi tre accorgimenti simula tutta un ampia gamma di  bevande e cocktail che gli utenti possono modificare a seconda dei loro gusti attraverso un’app da scaricare sullo smartphone.

“Immaginate che la prossima volta che ordinate un cocktail possiate personalizzare il suo sapore usando un’applicazione, o provare sapori completamente nuovi Ad esempio, ordinate un mojito, ma lo volete provare con un pizzico di cioccolato o fragola”, ha detto Ranasinghe. “Anche se lo chiamiamo Cocktail Virtuale, non è solo un cocktail virtuale, si tratta principalmente di accrescere l’esperienza del bere un cocktail. Finora, dalle nostre dimostrazioni, la gente lo ha apprezzato principalmente per la presenza di sensazioni olfattive. Inoltre, sembra che avere la sensazione dell’odore combini i diversi canali sensoriali – odore, sapore, colore e altri fattori – per creare un’esperienza di sapore fluida. L’aggiunta di odori aiuta i consumatori ad esplorare i sapori e a creare sperimentalmente nuovi cocktail”.

cocktail

Per ora questo bicchiere tecnologico funziona solo con i liquidi. Ma l’obiettivo è riuscire a trasportare questa nuova tecnologia nel mondo food, per aiutarci a fare la dieta mangiando il cibo che più desideriamo.

E voi? Siete pronti per il cocktail del futuro? O preferite la maniera tradizionale di bere rispetto all’inganno sensoriale?

0 Shares
Lascia un commento